Investment Insights

La Fed: orientamento attendista con toni accomodanti

John Bellows, Ph.D., Portfolio Manager, Research Analyst
12 dicembre 2019

L’attenzione della Fed su un’inflazione al di sotto del livello target lascia la porta aperta a tagli futuri.

Le notizie dopo la riunione della Fed di oggi non saranno una sorpresa per nessuno. Il FOMC ha lasciato i tassi invariati, indicando che ritiene “appropriata” la politica attuale, e i suoi grafici a punti non hanno mostrato variazioni nei tassi almeno per i prossimi dodici mesi.

Oltre a questa notizia, tuttavia, abbiamo notato il tono accomodante della riunione, particolarmente evidente nella discussione sull’inflazione. Il basso livello dell’inflazione è stato un tema comune presente in molti dei commenti del Presidente Powell, il quale in diverse occasioni ha ribadito il suo impegno a voler aumentare l’inflazione. Anche la revisione del quadro di riferimento della Fed è incentrata, in parte, sulla sfida rappresentata dall’inflazione al di sotto del target e su come affrontarla. Ritengo che l’attenzione sull’inflazione nella riunione di oggi sia coerente con la direzione di questa revisione.

Di seguito ho riportato alcuni dei modi in cui nella riunione e nella conferenza stampa di oggi è stato posto l’accento sul basso livello d’inflazione:

  • In precedenza, il comunicato successivo alla riunione parlava di “incertezze sulle prospettive”. Questa frase oggi è stata eliminata e al suo posto il comunicato ora prevede che il comitato sta monitorando “gli sviluppi globali e le modeste pressioni sull’inflazione”. In seguito, Powell ha sottolineato come “le modeste pressioni sull’inflazione” fossero un “elemento chiave quest’anno” e che “non sono sparite”.
  • A Powell è stato chiesto se la Fed aumenterà i tassi il prossimo anno invertendo i tagli di quest’anno, come è accaduto nel 1999 dopo i tre tagli effettuati nel 1998. Nella sua risposta, Powell ha confermato che esistono delle analogie tra il 1998 e oggi. Tuttavia, ha detto che la cosa fondamentale sono le dinamiche sull’inflazione, molto diverse da allora. In particolare, Powell ha osservato che l’inflazione non riesce ad aumentare in misura marcata, nonostante il tasso di disoccupazione rimanga piuttosto basso, e ha anche ribadito che “in effetti abbiamo bisogno di una certa pressione al rialzo sull’inflazione”.
  • Powell ha reiterato la sua opinione secondo cui, per poter aumentare i tassi, vuole innanzitutto vedere un’“inflazione persistente e significativa”. Questa è stata una dichiarazione chiave della conferenza stampa di ottobre e Powell oggi ha utilizzato pressoché gli stessi termini. Un avvertimento è necessario su questa dichiarazione. Pur avendo ripetuto la sua dichiarazione di ottobre, Powell ha anche chiarito che stava parlando solo a titolo personale e non riflettendo quindi un consenso del comitato. Ha anche insistito nello spiegare che i criteri non sono un’indicazione prospettica ufficiale. Questo non è particolarmente sorprendente: dopo tutto, i criteri non sono stati inclusi nel comunicato successivo alla riunione, ossia nell’occasione in cui vengono esplicitate le indicazioni prospettiche, ma l’enfasi di Powell qui ha in qualche modo smorzato l’impatto. A parte questa riflessione, la direzione è chiara e ciò potrebbe essere modificato nella revisione del quadro di riferimento, e quindi potrebbe diventare un’indicazione prospettica ufficiale.
  • Powell ha affermato che numerosi partecipanti del FOMC hanno formulato previsioni contenenti un’inflazione superiore al 2%. Sebbene ciò non sia rappresentato nei punti mediani del grafico, né sia ancora parte dell’obiettivo ufficiale della Fed, è comunque evidente che alcuni partecipanti del FOMC stanno discutendo apertamente l’auspicabilità di un superamento dell’obiettivo d’inflazione. Un’affermazione più chiara da parte della Fed riguardo a un obiettivo di inflazione superiore al 2% potrebbe essere un ulteriore elemento derivante dalla revisione del quadro.
  • Powell è stato piuttosto difensivo quando gli è stato chiesto se la Fed stesse facendo abbastanza per riportare l’inflazione sul livello target. Ha sottolineato che la revisione del quadro di riferimento non riguarda solo la comunicazione o gli obiettivi, ma avrà conseguenze in termini di interventi. Ha affermato che la Fed è impegnata a “intervenire con una politica che supporta l’esito [del 2% di inflazione]. Questo è ciò che stiamo cercando di fare”. Ha poi continuato dicendo che la revisione del quadro di riferimento sarebbe importante solo “se seguita dalla politica”. A mio parere, la Fed merita una credibilità per aver sostenuto i suoi obiettivi con le azioni quest’anno, e Powell sta dicendo che saranno adottate altre misure, se necessario.

Ritengo che l’attenzione della Federal Reserve su un livello di inflazione al di sotto del target, come evidenziato dal comunicato e dalla conferenza stampa di oggi, lasci la porta aperta a futuri tagli di tassi volti a stimolare ulteriormente l’inflazione. Anche se Powell non ha rilevato che sono imminenti azioni simili, né sono previste nello scenario di riferimento del FOMC, l’apertura implicita all’azione futura ha caratterizzato il tono accomodante della riunione di oggi.

Definizioni:

Il Federal Open Market Committee (FOMC) è un organo del Federal Reserve System che ha la responsabilità di elaborare le politiche volte a promuovere crescita economica, piena occupazione, stabilità dei prezzi e un modello sostenibile per quanto riguarda il commercio internazionale e i pagamenti.

Il Board della Federal Reserve (Fed) è responsabile di elaborare le politiche statunitensi volte a promuovere la crescita economica, la piena occupazione, la stabilità dei prezzi e un modello sostenibile per quanto riguarda il commercio internazionale e i pagamenti.

  • Informazioni importanti

    Ogni investimento comporta dei rischi, compresa la possibile perdita del capitale.

    Il valore degli investimenti e i relativi utili sono soggetti a oscillazioni ed è possibile che l’investitore non ottenga la restituzione delle somme inizialmente investite; essi possono inoltre risentire delle variazioni dei tassi d'interesse, dei tassi di cambio, delle condizioni generali di mercato, degli sviluppi di ordine politico, sociale ed economico e di altre variabili. Gli investimenti comportano dei rischi ivi inclusi, a titolo non esaustivo, eventuali ritardi nei pagamenti e la perdita di utili o di capitale. Legg Mason e le sue consociate non garantiscono alcun tasso di rendimento, né il recupero del capitale investito.

    I titoli azionari sono soggetti a oscillazioni di prezzo e al rischio di perdita del capitale investito. I titoli a reddito fisso sono soggetti al rischio di tasso, al rischio di credito, al rischio d’inflazione e al rischio di reinvestimento, nonché al rischio di perdita del capitale. Il valore dei titoli a reddito fisso varia in modo inversamente proporzionale al variare dei tassi d'interesse.

    Gli investimenti internazionali sono soggetti a rischi particolari, tra i quali oscillazioni valutarie e incertezze di ordine sociale, economico e politico, che possono comportare un aumento della volatilità. Tali rischi si amplificano nel caso dei mercati emergenti.

    L’investimento in materie prime e in valute presenta maggiori rischi, legati, ad esempio, alle condizioni di mercato, politiche, normative e ambientali, e può non essere adatto a tutti gli investitori.

    Le performance storiche non sono garanzia di risultati futuri.

    Si precisa che gli investitori non possono investire direttamente negli indici.

    Le performance degli indici non gestiti non tengono conto di commissioni, spese o oneri di vendita.

    Informazioni importanti:

    Le opinioni e i pareri espressi nel presente documento non devono essere interpretati come previsioni di eventi o risultati futuri, garanzie di risultati futuri, raccomandazioni o servizi di consulenza. Le affermazioni qui contenute non devono altresì essere interpretate come raccomandazioni di acquisto o di vendita di titoli. Le affermazioni prospettiche sono soggette a incertezze che potrebbero comportare sostanziali divergenze tra gli sviluppi e i risultati effettivi e le aspettative espresse. Le presenti informazioni sono state elaborate a partire da fonti ritenute attendibili, ma non se ne garantisce l’accuratezza e la completezza. Le informazioni e le opinioni espresse da Legg Mason o dalle sue consociate sono aggiornate alla data indicata, possono variare senza preavviso e non tengono conto degli obiettivi d’investimento, della situazione finanziaria o delle esigenze specifiche dei singoli investitori.

    Le informazioni contenute nel presente documento sono riservate e soggette a diritti di proprietà e non possono essere utilizzate da soggetti che non ne siano i destinatari. Legg Mason, le sue consociate e i rispettivi funzionari o dipendenti declinano ogni responsabilità per eventuali perdite derivanti dall’utilizzo del presente documento e del suo contenuto. Sono vietate la riproduzione, distribuzione e pubblicazione del presente materiale, senza il previo consenso scritto di Legg Mason. La distribuzione del presente materiale può essere soggetta a limitazioni in alcune giurisdizioni. Chiunque entri in possesso del presente materiale è tenuto a informarsi in merito all’esistenza di tali limitazioni e, se del caso, a rispettarle.

    È possibile che il presente materiale sia stato elaborato da un consulente o da una società collegati a una delle società sottoindicate in quanto entrambi sotto il comune controllo o la proprietà di Legg Mason, Inc. Se non diversamente specificato, il simbolo “$” (dollaro) indica i dollari statunitensi.

    Il presente materiale è finalizzato esclusivamente alla distribuzione nei paesi e ai destinatari elencati.

    Investitori nel Regno Unito, clienti professionali e controparti idonee nei paesi dell’UE e del SEE (escl. Regno Unito) e investitori qualificati in Svizzera:

    In Europa (eccetto Regno Unito e Svizzera) il presente documento è emesso da Legg Mason Investments (Ireland) Limited, con sede legale sita all'indirizzo Floor 6, Building Three, Number One Ballsbridge, 126 Pembroke Road, Dublino 4, DO4 EP27. Registrata in Irlanda e iscritta al registro delle imprese con il n. 271887. Autorizzata e regolamentata dalla Central Bank of Ireland.

    Nel Regno Unito, pubblicato e approvato da Legg Mason Investments (Europe) Limited, con sede legale in 201 Bishopsgate, Londra, EC2M 3AB. Iscritta al registro delle imprese di Inghilterra e Galles con il numero 1732037. Autorizzata e regolamentata dalla Financial Conduct Authority.

    In Svizzera, pubblicato e approvato da Legg Mason Investments (Switzerland) GmbH, autorizzato dall'Autorità federale di vigilanza sui mercati finanziari FINMA. Investitori in Svizzera: il rappresentante in Svizzera è FIRST INDEPENDENT FUND SERVICES LTD., Klausstrasse 33, 8008 Zurigo, Svizzera e l'agente pagatore in Svizzera è NPB Neue Privat Bank AG, Limmatquai 1, 8024 Zurigo, Svizzera. Copie dello Statuto, del Prospetto, delle Informazioni chiave per gli investitori e delle relazioni annuali e semestrali della Società possono essere ottenute gratuitamente presso il rappresentante in Svizzera.

    Investitori a Hong Kong e Singapore:

    il presente materiale è fornito da Legg Mason Asset Management Hong Kong Limited a Hong Kong e Legg Mason Asset Management Singapore Pte. Limited (numero di registrazione (UEN): 200007942R) a Singapore.

    Il presente materiale non è stato sottoposto all’esame delle autorità di vigilanza di Hong Kong o Singapore.

    Investitori nella Repubblica Popolare Cinese (“RPC”):

    il presente materiale è fornito da Legg Mason Asset Management Hong Kong Limited a destinatari specifici nella RPC. Il contenuto del presente documento è destinato esclusivamente alla stampa o agli investitori nella RPC che investono nei prodotti del programma QDII (Qualified Domestic Institutional Investors, investitori istituzionali nazionali qualificati) offerti da una banca commerciale della RPC in conformità con la regolamentazione della China Banking Regulatory Commission. Prima della sottoscrizione, gli investitori sono tenuti a leggere il documento di offerta. Per maggiori delucidazioni, si consiglia di rivolgersi a una banca commerciale e/o ad altri consulenti specializzati nella RPC. Si ricorda che Legg Mason e le sue consociate si occupano esclusivamente della gestione dei fondi offshore in cui investono i prodotti QDII. Legg Mason e le sue consociate non sono autorizzate da alcuna autorità di vigilanza allo svolgimento di attività commerciali o d’investimento in Cina.

    Il presente materiale non è stato sottoposto all’esame delle autorità di vigilanza della RPC.

    Distributori e investitori esistenti in Corea e distributori a Taiwan:

    il presente materiale è fornito da Legg Mason Asset Management Hong Kong Limited a destinatari idonei in Corea e da Legg Mason Investments (Taiwan) Limited (Numero di registrazione: (98) Jin Guan Tou Gu Xin Zi Di 001; indirizzo: Suite E, 55F, Taipei 101 Tower, 7, Xin Yi Road, Section 5, Taipei 110, Taiwan, R.O.C.; Tel.: (886) 2-8722 1666) a Taiwan. Legg Mason Investments (Taiwan) Limited conduce e gestisce la propria attività in modo indipendente.

    Il presente materiale non è stato sottoposto all’esame delle autorità di vigilanza di Corea o Taiwan.

    Investitori nelle Americhe:

    il presente documento è fornito da Legg Mason Investor Services LLC, un intermediario registrato negli Stati Uniti, che comprende Legg Mason Americas International. Legg Mason Investor Services, LLC (membro FINRA/SIPC) e tutte le società citate sono controllate da Legg Mason, Inc.

    Investitori in Australia:

    Il presente materiale è pubblicato da Legg Mason Asset Management Australia Limited (ABN 76 004 835 839, AFSL 204827) (“Legg Mason”). I contenuti sono soggetti a diritti di proprietà e riservati e sono destinati esclusivamente all’uso da parte di Legg Mason e dei clienti acquisiti o potenziali che ricevono il documento. Ne sono vietate la riproduzione e la distribuzione a terzi, ad eccezione dei consulenti professionali del cliente.

    © 2018 Legg Mason Investor Services, LLC, member FINRA, SIPC. Legg Mason Investor Services, LLC è una controllata di Legg Mason, Inc.